Nuovo Sito Destra per Milano

Nuovo Sito Destra per Milano
Circolo di Progetto Nazionale

mercoledì 5 settembre 2012

Il solito indigesto polpettone antifascista.

Il solito indigesto polpettone antifascista. Antica ricetta del compagno Saverio: prendete mezzo chilo di frattaglie pescate in rete, tre etti abbondanti di spiate sbirresche e due etti di infami menzogne rosse, mescolatele insieme, aggiungete un cucchiaio di faziosità partigiana (meglio se di marca comunista-stalinista) ed uno spruzzo di odio giacobino, e, dopo una lunga cottura, ecco pronto lo stracotto antifascista, da condire con abbondante retorica resistenziale.
autore: COMITATO ANTIFASCISTA - Milano Rapporto sulla estrema destra neofascista, oggi, a Milano: venti sigle, 500 militanti, duemila sostenitori, almeno ventimila fra simpatizzanti ed elettori. Milano, 1 settembre 2012. AUTONOMI NAZIONALISTI (conosciuti anche come Blocco Nero) sigla comparsa recentemente in zone Barona e Gratosoglio e a Rozzano, ad opera di una ventina di ragazzini delle case popolari che si rifanno all’omonimo violento gruppo neonazista tedesco che scimmiotta tematiche e tecniche della sinistra antagonista. CAMPO X è il ritrovo di tutti i neofascisti che, ogni anno, al Cimitero Maggiore di Milano, ricordano, o meglio celebrano ed esaltano, il loro Duce ed i loro camerati della Repubblica di Salò, con una marcia militare ed una messa in latino del prete scomunicato Don Giulio Tam. Ad organizzare queste cerimonie, come quelle al Cimitero Monumentale in onore degli squadristi milanesi, sono le tre associazioni di vecchi reduci fascisti: gli Arditi della ANAI, l’Unione Nazionale Combattenti della RSI e l’associazione X MAS del famigerato principe Junio Valerio Borghese. CASA POUND di Gianluca Iannone (circa 20 militanti e 100 sostenitori), a Milano, il movimento è guidato da Marco Arioli e Marco Clemente (dirigente del PDL, indagato per presunti legami con la malavita organizzata), non a caso, il loro ritrovo è un bar di Quarto Oggiaro, gestito da ultras delle curve (ex di Cuore Nero, ora di Calci e Pugni). Alle elezioni Casa Pound Lombardia, in cambio di soldi e protezione politica. ha sempre sostenuto candidati berlusconiani di Dell’Utri, fra questi anche l’ex assessore regionale Massimo Buscemi, indagato per corruzione. DESTRA PER MILANO (appena una decina di militanti ma centinaia di sostenitori in rete) è il gruppo-blog del “barone nero” Roberto Jonghi Lavarini, già presidente missino di zona Porta Venezia, nota figura di collegamento fra destra estrema ed istituzionale, con forti agganci trasversali. PATRIA E LIBERTA’ è il parallelo “centro studi storici”, presieduto dal conte “franchista” Fernando Crociani Baglioni. FASCISMO e LIBERTA’, movimento nostalgico mussoliniano fondato dal senatore missino Giorgio Pisanò, si è diviso in bene tre gruppuscoli, di una decina di persone l’uno: il Partito Socialista Nazionale di Gianfranco Tesauro, Nuovo Ordine Nazionale di Giuseppe Martorana ed i Fasci Italiani del Lavoro di Francesco Bettoni. FIAMMA TRICOLORE di Luca Romagnoli (50 militanti e 200 sostenitori) è l’erede del Movimento Sociale post Fiuggi, guidato da Attilio Carelli e dall’Avvocato Gabriele Leccisi (figlio del deputato missino Domenico che trafugò la salma del Duce). Hanno una sede in uno scantinato in zona Barona e negli ultimi mesi, hanno organizzato sia un comizio in Piazza San Babila che un convegno delle estreme destre di tutta Europa. Sono in forte crescita, avendo assorbito altri gruppi minori (come Continuità Ideale, MIS con Rauti, Nuova Destra Sociale e Patria Sociale) e recuperando militanza fra gli ex AN delusi dal PDL. FORZA NUOVA di Roberto Fiore (50 militanti e 200 sostenitori), guidata da Duilio Canu (ex naziskin) e Marco Mantovani, con sede in Piazza Aspromonte. Nonostante una presenza storica e radicata, Forza Nuova è sempre più isolata, organizza solo concerti e conferenze, non riesce a crescere elettoralmente (0,3% alle comunali del 2011) e continua ad essere invisa a tutte le altre realtà della destra radicale, con le quali ha spesso scontri politici ed anche fisici. PATRIA NOSTRA (20 militanti) è un movimento autonomo ma federato, guidato da Omar Tortorella e Tullio Trapasso. Altro satellite di FN è il minuscolo Movimento Nazional-Popolare. FRONTE DELLA TRADIZIONE (una decina i promotori ma centinaia di simpatizzanti) è un gruppo culturale reazionario molto trasversale, con molti sostenitori fra nobili ed imprenditori e con collegamenti con i cattolici tradizionalisti lefevriani e i nostalgici monarchici, sia sabaudi che asburgici. La recente morte nel 98enne principe (ex SS) Alexander Comneno ed il trasferimento di Diego Zoia (leghista ex missino) in Brasile, sembrano averne messo in crisi l’organizzazione ed il rilancio annunciati nei mesi scorsi. Molti simpatizzanti stanno confluendo nel Progetto Itaca, Laboratorio Politico per la Rinascita Italiana, promosso da Marcello Veneziani e Renato Besana. HAMMERSKIN (50 militanti “paramilitari”, molto pericolosi, ed almeno 300 sostenitori, soprattutto nelle curve dello stadio) è la sezione italiana del movimento naziskin mondiale, nato da una costola del famigerato Ku Klux Klan americano. LEALTA’ e AZIONE è invece la sigla politica usata dal loro portavoce Stefano Del Miglio (in ottimi rapporti con gli ex AN del PDL). Intorno agli Hammer si muovono altre piccole “bande” autonome come Ambrosiana Skin, Brianza Skin, Gruppo 88 (sigla che sta per Heil Hitler!) e Skin-5-Skin. Recentemente sono affiorati forti dissidi interni fra la componente oltranzista (della Skinhouse di Bollate) e quella “politica” (con sede in Viale Brianza a Milano) accusata di “arrendevolezza al sistema”. LA DESTRA di Francesco Storace (appena una decina di militanti e poche decine di sostenitori) a Milano è praticamente inesistente (0,3% alle comunali 2011) a causa di una serie di successive scissioni che l’hanno praticamente azzerata (ultima quella del gruppo Patria Sociale di Carlo Lasi, poi confluito nella Fiamma). Segretaria regionale è Eliana Farina, coadiuvata da Fabio Castano (referente della corrente di Adriano Tilgher, ex Fronte Nazionale). A Milano sono nominalmente presenti sia i sostenitori di Piero Puschiavo (Progetto Nazionale, ex Veneto Fronte Skin) che quelli di Maurizio Boccacci e Giuliano Castellino (Attivisti Destra Sociale ex Movimento Politico Occidentale) ma si tratta solo di due gruppi di amici, politicamente inattivi. Nella LEGA NORD. All’interno del partito maroniano, oltre al movimento dei Volontari Verdi dell’eurodeputato Mario Borghezio (ex ordino vista) e del consigliere comunale Max Bastoni (indagato per tangenti) ed al gruppo Sintesi del giovane “fascista calabrese” Vincenzo Sofo, sono in forte ascesa gli “etnonazionalisti” di Terra Insubre, guidati dall’ex missino varesotto Andrea Mascetti. MOVIMENTO NAZIONALISTA LOMBARDO (una decina di militanti ma in forte crescita, soprattutto dopo la crisi della LEGA NORD) è un nuovo gruppo etnonazionalista (nazi) padano guidato da Adalberto Roncari e Riccardo Bertocchi. NUOVO M.S.I. di Gaetano Saya (20 militanti e 100 sostenitori), insieme a Rinnovamento di Destra di Vetullio Mussolini (animatore anche del sedicente ordine cavallersco dell’Aquila Romana) ed alla Unione Patriottica di Vincenzo Forte, si sono federati alla LEGA ITALIA dell’On. Carlo Taormina. Tutti e quattro i personaggi, oltre ad essere avvocati, sono notoriamente massoni o legati alla massoneria. Alla ultima riunione del gruppo si è vista anche l’ex assessore comunale di AN, Carla De Albertis (sorella del presidente nazionale dei costruttori), che, in cambio di un posto come capolista alle prossime elezioni politiche, sarebbe pronta a finanziare la lista. Nel POPOLO DELLA LIBERTA. All’interno del partito berlusconiano sono attivi: gli studenti di Azione Giovani e Ideapolis, i vecchi militanti aennini di Destra Futuro e Fare Occidente, le passionarie della “destra sociale” di Gianni Alemanno (la consigliera provinciale Roberta Capotosti e la deputata Paola Frassinetti), il circolo integralista cattolico “La Rocca” di Benedetto Tusa, il movimento Destra Libertaria di Luciano Buonocore (ex picchiatore fascista della “maggioranza silenziosa”, padre di Massimiliano, indagato per presunti legami con la malavita organizzata), il Movimento per l’Italia di Daniela Santanchè e tanti estremisti di destra che hanno trovato rifugio alla corte sotto dei fratelli Ignazio e Romano La Russa, fra tutti l’ex terrorista dei NAR, Lino Guaglianone. RAMELLI Nel ricordo di Sergio Ramelli, del consigliere missino Enrico Pedenovi e del gerarca fascista Carlo Bersani, ogni anno, i neofascisti milanesi, a fine aprile, invadono, con la complicità ed il sostegno economico ed istituzionale del PDL, Piazzale Susa e zona Città Studi con manifesti, presidi, concerti nostalgici ed apologetici, lugubri marcette naziste con fiaccole e bandiere con la croce celtica. A coordinare le iniziative il coordinamento Sergio Ramelli (che si firma i Camerati), nelle persone di Remo Casagrande (noto, negli anni ’70, come il “boia di Quarto Oggiaro”) e Luca Cassani (ultimo segretario del Fronte della Gioventù di Via Mancini). Luogo di ritrovo de “I Camerati” milanesi era proprio un locale gestito da Cassani, il Lux (Dux) in Via Canonica, poi chiuso per mafia, visto che il reale proprietario era il boss siciliano Guglielmo Fidanzati. RITTER è la casa editrice e libreria di Via Plinio gestita da Marco Battara e dall’ex terrorista nero Maurizio Murelli (quello che ha ucciso l’agente Marino, lanciandogli una bomba a mano!), dove i neofascisti possono trovale i loro libri ed autori maledetti, fra questi anche Franco Giorgio Freda, guro neonazista riabilitato da Libero quotidiano per il quale scrive persino una rubrica settimanale. Il circolo “letterario” Ritter organizza periodicamente presentazioni di libri e conferenze ai quali partecipano tutte le diverse anime della estrema destra. Organizzatore degli incontri è un personaggio veramente inquietante, il revisionista Francesco Cappuccio, ex collaboratore di Daniele Santanchè, curatore della nazi-fanzine Doppio Malto, incitante all’odio contro gli ebrei ed alle camere a gas. SOCIALISTI NAZIONALI (20 militanti e 100 sostenitori) è il gruppo legato al giornale RINASCITA di Ugo Gaudenzi ed a Milano è guidato da Dario Signori e Piero Sella (editore della rivista Uomo Libero). Hanno ottimi rapporti con il Movimento Zero del giornalista Massimo Fini e con il gruppo filo-russo Eurasia. VOX POPULI (20 militanti e 100 sostenitori) è il gruppo “culturale” di Roberto Perticone, studioso di Ezra Pound e rappresentante ufficiale di Marine del FRONT NATIONAL francese e di Marine Le Pen in Italia. E’ stato proprio Perticone ad organizzare la conferenza Le Pen – Santanchè, l’anno scorso, alla Borsa di Milano COMITATO ANTIFASCISTA - Milano Zona 2 e Zona 3 http://politicainrete.it/forum/movimenti-e-cultura-politica/destra-radicale/159221-rapporto-sulla-estrema-destra-neofascista-milano.html

Nessun commento:

Posta un commento